Cogenerazione

Rispetto ai tradizionali sistemi di produzione di calore ed energia elettrica, la cogenerazione consente il raggiungimento di una maggiore efficienza energetica globale; infatti, la Centrale è in grado di recuperare il calore disperso nel corso dei vari processi e di riutilizzarlo per produrre energia. Pertanto, a parità di energie utili prodotte, la produzione combinata di energia elettrica e termica consente un minor consumo di combustibile, massimizzando lo sfruttamento delle risorse immesse.
Col termine cogenerazione si indica quindi la produzione contemporanea di diverse forme di energia secondaria (energia elettrica ed energia termica) partendo da un’ unica fonte (sia fossile che rinnovabile) attuata in un unico sistema integrato. L’utilizzo di un sistema di cogenerazione consente di produrre calore e recuperare una certa quantità di energia primaria, che altrimenti verrebbe dissipata nell’ ambiente esterno, per produrre energia elettrica. Il grande interesse che la tecnologia della cogenerazione ha riscontrato a livello globale e locale trova le sue fondamenta proprio nella possibilità di ridurre il consumo di energia primaria (e quindi le emissioni in atmosfera relative) migliorando il rendimento dei processi di trasformazione: in questo modo la grossa dispersione energetica realizzata negli impianti convenzionali di produzione di energia elettrica o termica viene ridotta andando a servire la produzione di calore per il riscaldamento in rete di edifici civili e per il condizionamento estivo.
Un esempio classico è dato dal funzionamento di un’automobile, la potenza prelevata dall’albero motore è usata per la trazione e la produzione di elettricità, il calore per il riscaldamento dell’abitacolo e la pressione dei gas di scarico per muovere la turbina. Lo sfruttamento di calore e pressione non comporta un aumento dei consumi poiché sono “scarti” del processo di conversione da energia chimica ad energia cinetica attuato dal motore. Il loro sfruttamento consente a parità di energia immessa (il combustibile) una maggiore quantità di energia sfruttata (calore, movimento). Cogenerazione significa dunque un maggior rendimento globale del sistema e concreto risparmio energetico. E’ utile ricordare che lo sviluppo di progetti per il miglioramento dell’efficienza nelle produzioni energetiche è un esplicito obiettivo delle politiche ambientali comunitarie.
In termini ambientali è chiaro che il sistema di cogenerazione comporta un beneficio intrinseco, contribuendo a diminuire il consumo complessivo di idrocarburi e di conseguenza l’emissione di CO2 e l’inquinamento termico generato dalla produzione disgiunta di energia termica ed elettrica, mentre il teleriscaldamento consente di centralizzare la produzione di energia termica e pertanto di controllare meglio le emissioni e i rendimenti della centrale o delle centrali collegate alla rete stessa. Per tale motivo la cogenerazione è inserita tra le misure suggerite sia a livello nazionale che Europeo per il conseguimento degli obiettivi previsti dal protocollo di Kyoto sulla riduzione dell’effetto serra.

I nostri impianti di cogenerazione

caso degli impianti di High Power, la cogenerazione è realizzata tramite la combustione di gas metano e/o oli vegetali. L’energia termica viene utilizzata o per uso industriale o per condizionamento ambientale (riscaldamento, raffreddamento), grazie alle reti di distribuzione. L’energia elettrica viene invece ceduta alla rete elettrica nazionale.
I nostri impianti cogenerativi sono principalmente costruiti intorno a motori endotermici con caldaie a recupero. I fumi del motore vengono convogliati attraverso un condotto fumi nella caldaia a recupero. Il recupero del calore avviene non soltanto dai fumi, ma anche dal raffreddamento degli oli lubrificanti e dalle camicie dei cilindri. Tale sistema permette di produrre acqua calda per il teleriscaldamento o per alimentare processi produttivi a bassa temperatura. In definitiva si ha produzione di energia elettrica attraverso l’alternatore accoppiato al motore e produzione di energia termica, sfruttato poi dalle utenze connesse. Il parametro guida nel dimensionamento dell’impianto è il fabbisogno termico della rete di teleriscaldamento. Le nostre centrali producono energia elettrica in ragione di quanta energia termica è necessaria per soddisfare il fabbisogno termico della rete di teleriscaldamento collegata.

Sedi

Sede Legale

corso Galileo Ferraris 110
10129 Torino.

Direzione e amministrazione

via Porta Rossa 52
12100 Madonna dell’Olmo (CN)
eMail: segreteria@hpower.it
PEC: highpowerspa@legalmail.it
Telefono: 0171.414101 
Fax: 0171.414199

Orario

dal Lunedì al Venerdì
dalle 8:30 alle 12:30
e dalle 14 alle 18

Uffici tecnico/commerciali

via Porta Rossa 52
12100 Madonna dell’Olmo (CN)

Centrale di Savigliano

via Moreno 43/B
12038 Savigliano (CN)
Telefono: 0172.726850
Fax: 0172.1908090

Centrale di Chieri

corso Olia 8
10023 Chieri (TO)
Telefono: 011.9426171
Fax: 011.0240052 

Centrale di Cuneo

via Torre Frati 2/E
12100 Cuneo (CN)
Telefono: 0171.1935767
Fax: 0171.1988288

High Power

Il pronto intervento per segnalazione di dispersioni di acqua o vapore dalla rete, irregolarità o interruzioni nella fornitura è gratuito ed attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.

    Richiedi informazioni

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Oggetto

    Il tuo messaggio

    Dichiaro di aver letto, compreso e accettato i termini per il trattamento dei dati personali