Ambiente

In linea con la filosofia aziendale, da sempre attenta alla protezione dell’ambiente e consapevole del fatto che le attività svolte comportano grandi responsabilità, il gruppo High Power è costantemente impegnato ad operare e a progredire, non solo nel rispetto delle leggi ambientali vigenti e applicabili ai servizi, ma anche mettendo in atto metodi e procedure operative che consentano di ridurre e prevenire gli impatti ambientali derivanti dalle proprie attività.

In questo settore fondamentale per la vita e il benessere delle persone, High Power intende raggiungere standard sempre più elevati e si impegna a riesaminare annualmente gli obiettivi e i traguardi per verificarne l’attuazione e l’efficacia.

Infatti a integrazione dell’attività di progettazione e realizzazione di impianti il gruppo è fortemente impegnato nell’analisi energetica dell’esistente con valutazioni tecnico-economiche per l’inserimento di soluzioni a risparmio energetico.

Continua è la ricerca e sperimentazione su progetti a basso consumo energetico e basso impatto ambientale. La società è inoltre impegnata nella ricerca e nella sperimentazione per l’utilizzo efficiente ed efficace delle risorse rinnovabili.

High Power - Ambiente

Efficienza cogenerativa e comunità europea

L’efficienza può essere espressa in diversi modi, che non sempre portano a un corretto confronto tra i vari impianti. Si illustrano allora le definizioni adottate dall’Environmental Protection Agency (EPA).

L’efficienza di un processo semplice è il rapporto tra energia conservata, al termine del processo, ed energia immessa. Dato che i sistemi di cogenerazione producono sia elettricità, sia calore, la loro efficienza totale è data dalla somma dell’efficienza elettrica e dell’efficienza termica. Per esempio un impianto che utilizza 100 MWh di metano per produrre 40 MWh elettrici e 40 MWh termici ha un’efficienza elettrica e termica del 40% ed un’efficienza globale dell’80%. L’EPA usa preferibilmente un’altra definizione di efficienza nota come “efficacia nell’utilizzazione di combustibile”, rapporto tra l’output elettrico netto e il consumo di combustibile netto (che non tiene conto del combustibile usato per produrre energia termica utilizzabile, calcolato assumendo un’efficienza specifica della caldaia dell’80%). Il reciproco di questo rapporto è la quantità netta di calore.

La Comunità Europea ha individuato nella cogenerazione la soluzione più efficiente per: “un utilizzo razionale delle fonti primarie di energia, una maggiore sicurezza nell’approvvigionamento energetico, una decisa riduzione delle emissioni in atmosfera”.

La direttiva 2004/8/CE del Parlamento europeo ha avuto lo scopo di incentivare la diffusione della cogenerazione ad alto rendimento, vale a dire la produzione combinata in un unico processo di energia elettrica ed energia termica. Si tratta, in sostanza, di un sistema nel quale a partire da un combustibile (gas, olio combustibile, biomasse ecc..) si produce energia elettrica, e il calore derivante da tale processo, invece di essere sprecato come nella produzione tradizionale di elettricità, viene riutilizzato all’interno di processi industriali o per usi civili. Naturalmente può accadere anche l’opposto, ossia può essere prima prodotto calore per utilizzazioni ad alta temperatura, ed il calore residuo venire utilizzato per produrre energia elettrica.

Il vantaggio della cogenerazione ad alto rendimento è quello di accorpare due fasi altrimenti distinte (da un lato la produzione di energia elettrica e, dall’altro, la produzione di calore in una caldaia tradizionale) accrescendo così il rendimento complessivo e assicurando un risparmio energetico. Tutto avviene in un solo processo nel quale l’energia contenuta nel combustibile viene maggiormente sfruttata e questo comporta, rispetto alla produzione separata delle stesse quantità di energia elettrica e calore, un risparmio in termini economici, energetici (riduzione di combustibile da utilizzare per produrre energia elettrica e termica) e di emissioni in atmosfera.

    Vantaggi della cogenerazione

    Il grande interesse che tale tecnologia ha riscontrato a livello globale e locale trova le sue fondamenta nella possibilità di ridurre il consumo di energia primaria (e quindi le emissioni in atmosfera relative) migliorando il rendimento dei processi di trasformazione: in questo modo la grossa dispersione energetica realizzata negli impianti convenzionali di produzione di energia elettrica viene ridotta andando a servire la produzione di calore per il riscaldamento in rete di edifici civili e per il condizionamento estivo. La cogenerazione permette un rendimento energetico fino al 90%.

    Il primo vantaggio della cogenerazione è evidentemente economico: un impianto cogenerativo correttamente dimensionato consente elevati risparmi energetici dell’ordine del 25-40%.

    La cogenerazione consente di ottenere rendimenti pari al 70-85%, valore notevole se confrontato col 50-60% degli impianti nuovi a ciclo combinato per la sola produzione di elettricità. 

    Oltre al beneficio derivante dal miglior uso del combustibile rispetto alla generazione termoelettrica tradizionale, la presenza di un impianto di cogenerazioneben dimensionato consente di aumentare la sicurezza della fornitura elettrica e di migliorare la qualità, proteggendo da interruzioni e cali di tensione.

    I motivi alla base della scelta di realizzare un impianto di cogenerazione possono così essere schematicamente riassunti:

    1. Economici (in relazione ai risparmi di gestione e quindi alla redditività dell’iniziativa);
    2. Energetici (conseguente al minor consumo di combustibile e alla minori perdite di trasmissione e distribuzione per il sistema elettrico, conseguente alla localizzazione degli impianti in prossimità dei bacini di utenza);
    3. Strategici (di interesse nazionale, per il risparmio di fonti primarie, data la vulnerabilità di un sistema energetico fortemente dipendente dall’estero);
    4. Ambientali (grazie alla riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra e di prodotti inquinanti e alla sostituzione di modalità di produzione di calore poco efficienti);
    5. Sociali (per risparmiare energia occorre tecnologia e la realizzazione della tecnologia comporta in genere incremento occupazionale).

    Cogenerazione vs Tradizionale

    Sedi

    Sede Legale

    corso Galileo Ferraris 110
    10129 Torino.

    Direzione e amministrazione

    via Porta Rossa 52
    12100 Madonna dell’Olmo (CN)
    eMail: segreteria@hpower.it
    PEC: highpowerspa@legalmail.it
    Telefono: 0171.414101 
    Fax: 0171.414199

    Orario

    dal Lunedì al Venerdì
    dalle 8:30 alle 12:30
    e dalle 14 alle 18

    Uffici tecnico/commerciali

    via Porta Rossa 52
    12100 Madonna dell’Olmo (CN)

    Centrale di Savigliano

    via Moreno 43/B
    12038 Savigliano (CN)
    Telefono: 0172.726850
    Fax: 0172.1908090

    Centrale di Chieri

    corso Olia 8
    10023 Chieri (TO)
    Telefono: 011.9426171
    Fax: 011.0240052 

    Centrale di Cuneo

    via Torre Frati 2/E
    12100 Cuneo (CN)
    Telefono: 0171.1935767
    Fax: 0171.1988288

    High Power

    Il pronto intervento per segnalazione di dispersioni di acqua o vapore dalla rete, irregolarità o interruzioni nella fornitura è gratuito ed attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno.

      Richiedi informazioni

      Il tuo nome (richiesto)

      La tua email (richiesto)

      Oggetto

      Il tuo messaggio

      Dichiaro di aver letto, compreso e accettato i termini per il trattamento dei dati personali